Bisogni e libertà

Se per bisogno intendiamo una forza in una certa direzione, applicata ad un certo soggetto, ovvero insita in esso, allora per libertà di un soggetto possiamo intendere la possibilità che esso ha di assecondare o seguire le forze che lo spingono, ovvero motivano; in altre parole la possibilità di realizzare i suoi scopi ovvero di soddisfare i suoi bisogni.

Infatti, se non esistessero forze, ovvero bisogni, tutto sarebbe immobile e statico, e non avrebbe senso parlare di libertà perché essa non avrebbe "motivi" di esistere, ovvero non si saprebbe a cosa dovrebbe servire o a cosa dovrebbe mirare.

In somma, la libertà non può essere fine a se stessa, e non si può parlare di libertà se non si è capaci di rispondere alle domande: per fare cosa? Per soddisfare quali bisogni?

Ogni soggetto ha dunque dei bisogni e delle libertà, più o meno limitate, di soddisfarli. Bisogni e libertà che debbono fare i conti con quelli altrui, nel senso che la libertà di uno potrebbe comportare la non di libertà di un altro, e la soddisfazione del bisogno di uno potrebbe comportare la non soddisfazione del bisogno di un altro.

Categorie: Libertà | Bisogni umani
Da Il mondo visto da me (2017-09-22)

Cancellieri.org     Contatto