L'insegnamento del nazismo – la banalità della manipolabilità umana

Quello che il nazismo ci ha insegnato è la facilità con cui un intero popolo (con rare eccezioni) può essere manipolato da una singola persona. Non è l'eccezionalità di Hitler che ci deve sorprendere, ma la banalità del fenomeno della manipolazione mentale individuale e di massa. Questo fenomeno non è noto alle masse stesse, le quali sono ancora oggi suscettibili di essere vittime di manipolazioni sempre nuove, e in effetti continuano ad essere manipolate, stavolta non da singole persone che manovrano apparati propagandistici molto efficienti, ma da diversi poteri (politici, religiosi, economici, mediatici) alleati nel mantenere i popoli manipolali. E i manipolati diventano a loro volta inconsapevoli manipolatori.

Categorie: Psicologia
Da Il mondo visto da me (2015-05-02)

Cancellieri.org     Contatto