Affinità, dissonanze, compatibilità tra le nostre mappe cognitivo-emotive

Per convivere pacificamente e in modo soddisfacente e produttivo con altre persone è importante capire le emozioni dei nostri interlocutori, ma ancor più importante è capire le loro mappe cognitivo-emotive, cioè quali sono le cose (parole, gesti, oggetti, persone, simboli, idee, concetti. ipotesi ecc.) che suscitano in loro emozioni positive (piacere, sicurezza, simpatia, attrazione, eccitazione ecc.) e quelle che suscitano emozioni negative (dolore, disgusto, paura, rabbia, ansia, antipatia, repulsione, noia ecc.).
Per riuscire in tale intento, dobbiamo prima di tutto capire la nostra mappa cognitivo-emotiva e poi esaminare le affinità, dissonanze, compatibilità e incompatibilità  tra la nostra mappa cognitivo-emotiva e quelle dei nostri interlocutori.

Vedi anche Teoria della mappa cognitivo-emotivaStruttura e funzionamento della psiche. Valenze emotive e libero arbitrioLa bellezza, la bruttezza, il bene, il maleCambiare la propria mappa cognitivo-emotivaI continenti del mondo emotivo.

Categorie: Mappa cognitivo-emotiva
Da Il mondo visto da me (2016-09-04)

Cancellieri.org     Contatto