Organizzazione analitica vs. cronologica delle informazioni

Da quando esistono i mass-media l'umanità privilegia l'organizzazione temporale delle informazioni rispetto a quella spaziale (cioè analitica). Intendo dire che normalmente le informazioni vengo percepite, usate e memorizzate più come "notizie" che come "conoscenze". In altri termini, si tende a collocare ogni conoscenza nel tempo, e a privilegiare le più recenti rispetto alle meno recenti, proprio come si fa con le notizie, a cui si attribuisce valore e destano interesse nella misura in cui sono attuali.

Questo fenomeno non riguarda solo i testi, ma anche le immagini, la musica, la cinematografia ed ogni altro tipo di informazioni. Esso, secondo me è dovuto diversi ordini di fattori, come i seguenti.
Questo fenomeno presenta gravi inconvenienti, come i seguenti.
Auspico pertanto che gli intellettuali si dedichino alla costituzione e promozione di un sistema universale di organizzazione delle informazioni indipendente dall'attualità e collocazione storica delle stesse. E auspico che la gente non si limiti a parlare solo delle novità, ma anche delle cose buone del passato, "decronizzando" i buoni testi, le musiche, i film ecc. che sono ancora validi anche se vecchi o antichi.

Insomma, privilegiare la qualità rispetto all'attualità.

Categorie: Media | Miscellanea
Da Il mondo visto da me (2014-10-04)

Cancellieri.org     Contatto