Come gli umani percepiscono e qualificano l'un l'altro

Consciamente o inconsciamente ogni umano percepisce e qualifica ogni altro umano, rispetto a se stesso, come più o meno amico o nemico, utile o inutile, superiore o inferiore, competitivo o non competitivo, pericoloso o non pericoloso, temibile o non temibile, sincero o falso, misterioso o chiaro, conosciuto o sconosciuto, buono o cattivo, bello o brutto, attraente o repellente, dispensabile o indispensabile, compatibile o incompatibile, concordante o dissonante, piacevole o doloroso, stimolante o noioso, comprensibile o assurdo, stancante o riposante, stressante o calmante, inquietante o rassicurante ecc.

A ciò va aggiunto il fatto che ogni essere umano fa delle supposizioni sul modo in cui è percepito e qualificato da ogni altro.

Categorie: Interazionismo
Da Il mondo visto da me (2017-01-29)

Cancellieri.org     Contatto