Agire e meta-agire

Noi possiamo, in un dato momento, fare qualcosa, ovvero agire, oppure "meta-agire", ovvero riflettere su ciò che stiamo facendo o ciò che potremmo fare di diverso.

Agire è molto più facile che meta-agire. Basta seguire un certo programma, interno e/o esterno, e fare le cose che esso richiede.

Invece meta-agire è, per definizione, un atto creativo, perché può portare ad una nuova comprensione di ciò che si è fatto in passato, e ad azioni e comportamenti futuri diversi da quelli abituali.

Siccome fare, o agire, comporta normalmente l'interazione con qualcosa o qualcuno, meta-agire corrisponde normalmente ad una metainterazione, anche se questa è più efficace se condotta insieme con la parte con cui si interagisce.

In conclusione, se vogliamo essere creativi dobbiamo abituarci, con una certa frequenza, a meta-agire, ovvero meta-interagire nelle pause di ciò che stiamo facendo, o tra un'interazione e l'altra.

Categorie: Metainterazione | Creatività
Da Il mondo visto da me (2017-11-12)

Cancellieri.org     Contatto